Ultima modifica: 19 Marzo 2020
Istituto Comprensivo 9 - Bologna > News > Lettera aperta della Dirigente Scolastica alla nostra comunità

Lettera aperta della Dirigente Scolastica alla nostra comunità

Carissime bambine e cari bambini

Care ragazze e ragazzi

Cari Docenti

Cari genitori

Oggi ci sarà l’equinozio di primavera, cioè l’evento astronomico che segna l’inizio della primavera. La primavera non sa nulla, i fiori continuano a sbocciare e il sole a splendere.

Ci sono momenti in cui i problemi entrano nelle nostre vite e non possiamo fare nulla per evitarli. Siamo tutti informati della situazione che l’Italia e il mondo intero sta affrontando. Mai come in questi momenti mi sono sentita e mi sento così vicina a voi! A quei bambini che mi cantavano la canzoncina, oppure a quelli che mi aspettavano nelle loro classi per regalarmi un sorriso, oppure a quegli alunni  che venivano in presidenza per consegnarmi un lavoretto fatto in classe o ancora a quelli che venivano perché io potessi dire loro di studiare e di comportarsi bene. 

 Sappiate  tutti voi che la scuola non è chiusa, nessuno di noi è “in vacanza”, ma siamo costretti a restare lontani  per far fronte a questa situazione nuova, per la quale non abbiamo ancora soluzioni adatte, e che giustamente quindi ci preoccupa, perché potrebbe fare ammalare tante persone, troppe tutte in una volta. Non sappiamo ancora quali siano le medicine giuste, e quando avremo disponibile un vaccino efficace. Importanti sono le regole di prevenzione, come lavarsi spesso le mani e utilizzare fazzoletti usa e getta, ma soprattutto rimanere a casa.

E le giornate sono tutte uguali, vi mancano i parchi, le uscite con gli amici, le domeniche a casa dei nonni e vi manca la scuola. Immagino  che trascorrere un tempo vuoto per un lungo periodo non sia facile e che la tentazione di lasciarsi andare, mollare lo studio, la lettura, l’impegno intellettuale sia molto forte.

Ma la primavera non lo sa e le rose tornano a fiorire.

E allora ce la possiamo fare, ce la dobbiamo fare, e questo dipende anche da noi.
 In questo periodo bruttissimo dobbiamo riscoprire il piacere di stare tutti in famiglia, magari mangiando tutti insieme, giocando tutti assieme, di riscoprire il piacere di leggere e scrivere, lasciando libera l’immaginazione.

Proprio per mantenere questo, per non farvi trascorrere questo lungo periodo senza un legame virtuale con la scuola, i vostri docenti si stanno adoperando per inviarvi materiali, compiti, suggerimenti di lettura, ma anche per lavorare con classi virtuali e collegamenti Meet. Li ringrazio tanto, i vostri docenti, perché non mollano ma lavorano tutti assieme per continuare ad essere le eccellenze che sono.

Ringrazio gli educatori che stanno continuando a darci una mano. Ringrazio il personale ATA che non ha mollato e non molla mai, anche lavorando in remoto.

Ringrazio il Consiglio d’istituto  e i rappresentanti dei genitori di tutte le classi per l’egregio lavoro da tramite con la scuola.

A voi genitori chiedo di rimanere accanto ai vostri figli, di darci una mano a lavorare online,  perché possiamo sentirci una comunità che guarda al futuro

Tutti insieme ce la faremo! L’emergenza finirà, il virus sarà sconfitto e noi tutti potremo uscire per strada, senza indossare mascherine e guanti, abbracciando i nostri compagni, correndo nei parchi e tornando a scuola.

Questo è un disegnino di una bambina come voi che sta vivendo questo periodo in casa. È  con l’augurio che lei fa a tutti noi che

vi abbraccio tutti e vi dico A PRESTO!

                                                                                   La vostra preside

                                                                                   Giovanna Cantile